Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Normativa e prassi

Corrispettivi giornalieri: più tempo
per adeguarsi al nuovo tracciato

Il rinvio al 1° ottobre 2021 trova origine nelle difficoltà connesse al perdurare della situazione emergenziale da Covid-19, recepite anche le richieste pervenute dalle associazioni di categoria

iva

Slitta al 1° ottobre 2021 la data per adeguarsi al nuovo tracciato telematico per l’invio dei dati dei corrispettivi giornalieri (“Tipi dati per i corrispettivi” - versione 7.0 di giugno 2020). Lo stabilisce il provvedimento firmato oggi 30 marzo 2021 dal direttore dell’Agenzia delle entrate, Ernesto Maria Ruffini, anche alla luce delle disposizioni contenute nel decreto “Sostegni”.
 

Recepite le richieste delle associazioni di categoria per il protrarsi della situazione emergenziale da Covid-19 e considerate le previsioni contenute nell’articolo 1, comma 10, del decreto “Sostegni”, che ha posticipato i termini entro cui l’Agenzia delle entrate deve mettere a disposizione dei contribuenti Iva le bozze dei registri, delle comunicazioni di liquidazioni periodiche e della dichiarazione Iva, viene prorogata dal 1° aprile 2021 al 1° ottobre 2021 la data di avvio dell’utilizzo esclusivo del nuovo tracciato telematico dei dati dei corrispettivi giornalieri “Tipi dati per i corrispettivi – versione 7.0 - giugno 2020”, e del conseguente adeguamento dei registratori telematici.

Sono, dunque, prorogati al 30 settembre 2021 anche i termini entro i quali i produttori possono dichiarare la conformità alle specifiche tecniche di un modello già approvato dall’Agenzia delle entrate.

Il provvedimento odierno “aggiorna” i contenuti in tema di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, del provvedimento del 23 dicembre 2020, a sua volta ritoccato dal provvedimento del 28 ottobre 2016 (modificato dai provvedimenti del 18 aprile 2019 del 20 dicembre 2019 e del 30 giugno 2020).

URL: https://fiscooggi.it/rubrica/normativa-e-prassi/articolo/corrispettivi-giornalieri-piu-tempo-adeguarsi-al-nuovo