Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dalle regioni

Al via l’Osservatorio regionale sugli studi di settore

Thumbnail

E' attivo da oggi, con il provvedimento del direttore regionale delle Entrate del Piemonte, Gianni Giammarino, l'Osservatorio regionale per l'adeguamento degli studi di settore alle realtà economiche locali.

Si tratta di una buona notizia per gli oltre 207mila contribuenti piemontesi soggetti agli "studi di settore": l'Osservatorio ne garantirà un'attuazione più coerente con lo specifico contesto produttivo in cui operano le categorie interessate e ne assicurerà una migliore applicazione in sede di accertamento.

Compito dell'osservatorio sarà quindi rendere gli studi di settore maggiormente aderenti alla realtà territoriale. Infatti, nella loro elaborazione, è estremamente rilevante l'analisi delle caratteristiche dell'area territoriale in cui opera un soggetto economico: per esempio, assumono rilievo il livello dei prezzi, le infrastrutture esistenti e utilizzabili, la capacità di spesa e la tipologia dei fabbisogni. D'altra parte, a parità di condizioni, la realtà territoriale può incidere notevolmente sulla capacità del singolo soggetto di produrre ricavi o compensi, sulla struttura dei costi e, di conseguenza, sul reddito.

La composizione dell'Osservatorio
Con la costituzione dell'Osservatorio regionale sono contestualmente soppressi i preesistenti osservatori provinciali. L'Osservatorio sarà composto da un rappresentante dell'agenzia delle Entrate per ciascuna provincia del Piemonte e dai rappresentanti delle categorie, degli ordini professionali, delle associazioni di categoria dell'industria, del commercio e dell'artigianato.

Quanti sono i contribuenti soggetti agli studi di settore
In Piemonte sono 207.113 i contribuenti che sono soggetti agli studi di settore: di questi, 102.899 in provincia di Torino, 29.918 in provincia di Cuneo, 20.983 in provincia di Alessandria, 16.543 in provincia di Novara, 10.398 nella provincia di Asti, 9.811 in provincia di Biella, 8.391 in provincia di Vercelli e 8.170 nel Verbano Cusio Ossola.
Fra le categorie professionali più rappresentate spicca l'edilizia, con 18.336 intonachisti e decoratori, 12.561 impiantisti elettrici o idraulici, 12.395 società di costruzioni; fra quelle più note, sono soggetti agli studi di settore anche 7.192 barbieri e parrucchieri, 6.848 bar, 5.357 commercianti di abbigliamento, 3.479 intermediari assicurativi, 2.219 intermediari immobiliari, 1.548 taxisti, 1.381 distributori di carburante e 1299 farmacie (fonte: banca dati Sose).

Il provvedimento del direttore regionale, con i nominativi dei componenti, è disponibile sul sito internet della direzione regionale Piemonte.

URL: https://fiscooggi.it/rubrica/dalle-regioni/articolo/al-via-losservatorio-regionale-sugli-studi-settore