Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Schede Paese

Sudan del sud

Risale al 2013 l’introduzione dell’imposta sulle vendite per produzione e importazione di beni e servizi

Thumbnail
Il Sudan del Sud è uno stato dell'Africa orientale. La regione autonoma del Sudan del Sud è stata costituita nel 1972 ed è durata fino al 1983 quando una seconda guerra civile sudanese ha avuto luogo concludendosi, poi, con l'accordo globale di pace del 2005. Nello stesso anno è stata riconosciuta l'autonomia del Sud. In seguito, dopo oltre 50 anni di conflitto, con un referendum, la popolazione del Sud Sudan (nero e in gran parte cristiano) con il 98,83% dei voti si è espressa a favore della secessione dal Sudan del Nord (arabo e musulmano) e il 9 luglio del 2011 è diventato lo Stato più giovane del mondo. Il Paese, senza sbocchi sul mare, carente di infrastrutture, ha il più alto tasso di mortalità infantile (76/1000) e un tasso di analfabetismo pari al 73%. Il gruppo etnico più numeroso è quello dei Dinka (38%), seguito da quello dei Nuer (17%). La sua economia dipende quasi interamente dalle esportazioni di petrolio, di legname, dallo sfruttamento delle risorse minerarie e dalla produzione di energia idroelettrica.

Aspetti politico-fiscali
Il Sud Sudan è una repubblica presidenziale federale. Il ministero delle Finanze si occupa, tra l'altro, di sviluppare e implementare un sistema di gestione della finanza pubblica, dell'accertamento e della riscossione delle entrate nazionali attraverso la Direzione delle Imposte (Directorate of Taxation). Il sistema fiscale si fonda sul principio del world wide income in base al quale i redditi del soggetto residente sono tutti assoggettati a tassazione in Sud Sudan, inclusi quelli prodotti all'estero, mentre i redditi di un soggetto non residente lo sono soltanto se prodotti nel territorio dello Stato. Le leggi di riferimento del sistema fiscale sono il Taxation Act del 2009 e il successivo Taxation Amendement Act del 2012, il Companies Act del 2012 e l'Investment Promotion Act del 2009. Il Sudan del Sud ha apportato delle modifiche al proprio sistema fiscale con il Taxation Amendment Act 2016 (the Act) del 20 dicembre 2016.

Tassazione delle persone fisiche
È tassabile il reddito da lavoro dipendente, d'impresa, da lavoro autonomo, da locazione, dividendi, interessi ecc. Un soggetto è considerato residente se ha la residenza permanente in Sud Sudan, ovvero durante l'anno fiscale, è stato fisicamente presente nel territorio dello Stato per un periodo pari o superiore a 183 giorni. Per i redditi da lavoro dipendente è prevista una deduzione pari a SSP 3.600 sul reddito lordo per anno. Le aliquote progressive applicabili al reddito delle persone fisiche vanno dallo 0% al 15%. La soglia del reddito personale esente è stata aumentata nel 2017 da SSP 300 to SSP 600.

La tassazione delle persone giuridiche
Le persone giuridiche sono tassate sempre sulla base del principio del worldwide income pertanto, i redditi delle società residenti sono tassati in Sud Sudan ovunque prodotti mentre quelli delle società non residenti solo se provengono da una fonte sud sudanese. Una società è considerata residente se è costituita ai sensi del Companies Act 2012 ovvero se, la gestione o il controllo della stessa sono effettivamente esercitati in Sud Sudan .
Il reddito imponibile per le società residenti è dato dal reddito ovunque prodotto, comprese le plusvalenze, al netto delle spese sostenute per sua produzione durante l'anno fiscale di riferimento.
L'aliquota applicabile dipende dalla classificazione della società: piccola impresa 10%, media 15%, di grandi dimensioni 20%. Va, infine, rilevato che alle società residenti che ricevono profitti dall'estero è riconosciuto un credito d'imposta, pari all'imposta pagata all'estero, che riduce l'imposta dovuta in Sud Sudan.

Withholding Taxes
Al sostituto d'imposta è affidata la responsabilità di dedurre l'imposta da determinati redditi e di riversare poi l'imposta all'autorità fiscale. Le ritenute si applicano sia ai soggetti residenti che a quelli non residenti secondo le aliquote indicate nel seguente prospetto:

 
Tipologia di reddito Percentuale (WHT)
dividendi 10%
royalties 10%
interessi 10%
canone di locazione 10%


Il datore di lavoro applica la ritenuta alla fonte sui guadagni dei propri dipendenti e la riversa mensilmente all'autorità fiscale con le aliquote riportate nella seguente tabella:

 
Reddito mensile del dipendente Percentuale
300 SSP esente
da 301 a 5.000 SSP 10%
da 5.001 SSp e oltre 15%


Con la nuova legge fiscale sono stati introdotti dei cambiamenti anche in tema di ritenute. Le principali modifiche riguardano:
I residenti che pagano oneri tecnici ai non residenti sono stati tenuti ad operare la ritenuta alla fonte. Le nuove aliquote di ritenuta alla fonte sui contratti governativi del Sud Sudan ed i pagamenti di oneri tecnici superiori a SSP10.000 per i non residenti sono rispettivamente del 20% e del 10%; la ritenuta sui canoni di locazione è stata aumentata dal 10% al 20%.
Le ritenute sugli affitti, sui pagamenti contrattuali e sulle tasse tecniche pagate a residenti e non residenti sono considerate imposte finali e non soggette a crediti o a rimborsi. In precedenza questo valeva solo le ritenute su  interessi e dividendi.

Dichiarazioni, obblighi strumentali, versamenti
L'anno fiscale in Sud Sudan va dal 1° gennaio al 31 dicembre, salvo diversa disposizione dell'autorità fiscale. I contribuenti sono tenuti a presentare la dichiarazione dei redditi annuale entro il 1° aprile dell'anno successivo a quello di riferimento. Le persone giuridiche devono contestualmente presentare la documentazione contabile e finanziaria di supporto. L'imposta dovuta nell'anno fiscale di riferimento dalle persone giuridiche o da persone fisiche nell'ambito dell'attività d'impresa, può essere versata in anticipo in quattro rate trimestrali, salvo conguaglio finale.
 

Imposizione indiretta
L'imposta sulle vendite è stata introdotta nel maggio 2013 sulla produzione e sull'importazione di beni e sevizi in Sud Sudan. La base imponibile è data dal valore dei beni o dei servizi. L'imposta è riscossa ad un tasso dello 0% relativamente a produttori e importatori di piccole dimensioni, del 5% per quelli di media e grande dimensione. L'aliquota del 5% è sempre applicata, prescindendo quindi dalla dimensione dell'impresa, ai fornitori di servizi di ristorazione e alberghieri. A partire dal febbraio 2017 l’aliquota della Sales Tax (imposta sulle vendite) è aumentata dal 15% al 18%. L’imposta si applica a tutte le categorie di beni e servizi, alla produzione di prodotti locali, hotel e servizi accessori, alle importazioni.
La dichiarazione deve essere presentata entro il 15° giorno del mese successivo a quello in cui è stata effettuata l'operazione imponibile. Il versamento dell'imposta indiretta sulle importazioni è dovuta in anticipo e comunque non più tardi della data di importazione alla frontiera.
 

Capitale: Juba
Popolazione: 8,3 milioni circa
Superficie: 619.745 Km2
Lingue: inglese e arabo
Forma istituzionale: repubblica presidenziale
Moneta: sterlina sud sudanese (SSP)


 

Fonti di riferimento:
http://www.goss.org



La presente Scheda ha scopi esclusivamente informativi, non impegna in alcun modo né la direzione del giornale né l’Agenzia delle Entrate.




aggiornamento: settembre 2017

URL: https://fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/schede-paese/articolo/sudan-del-sud