Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Schede Paese

Curaçao

Dall'1 gennaio 2001 introdotto il New Fiscal Regime per allineare il sistema fiscale interno agli standard Ocse

Thumbnail
Curaçao è un’isola del Mar dei Caraibi che, a seguito della scomparsa delle Antille olandesi, gode di una propria autonomia in seno ai Paesi Bassi.
L’economia è fortemente dipendente dal turismo e dai servizi finanziari offshore, il cui settore – costituito principalmente da banche, fondi comuni di investimento e società finanziarie e assicurative - ha avuto origine nel corso della seconda guerra mondiale, come rifugio per le aziende olandesi in fuga dall’occupazione tedesca dei Paesi Bassi.
Dall'1 gennaio 2001 Curaçao ha introdotto il New Fiscal Regime (NFR), per allineare il sistema fiscale interno agli standard internazionali fissati dall’Ocse.
 
Tassazione persone fisiche
Una persona fisica, indipendentemente dalla propria nazionalità, è considerata fiscalmente residente in Curaçao se vive più di tre mesi nel Paese e qui ha fissato il proprio luogo abituale di residenza effettiva ed il centro dei propri interessi economici e sociali.
Il soggetto passivo residente è tassato sul reddito mondiale ovunque prodotto, mentre il non-residente è tassato solo nei limiti dei redditi prodotti nel territorio dello Stato.
Sono previste numerose deduzioni dal reddito imponibile, nei limiti previsti dalle legge, per spese aziendali (ad es. le spese di trasloco e di viaggio, spese di rappresentanza e spese di automobili), spese mediche, assicurazione sulla vita, contributi di beneficenza, interessi e contributi previdenziali.
L’imposizione è prevista su base progressiva del reddito imponibile e l’imposta complessivamente dovuta è calcolata sulla base dei seguenti scaglioni di reddito, previsti per l’anno d’imposta 2017:
 
Reddito imponibile (ANG)      (*)   Imposta corrispondente (ANG) Aliquote d'imposta
Da A    
0 30.000 - 9,75
30.000 40.000 2.925 15.00
40.000 60.000 4.425 23.00
60.000 85.000 9.025 26.00
85.000 125.000 16.525 37.50
125.000 oltre 31.525 46.50


(*) fiorino olandese


L’imposta sul reddito da lavoro dipendente viene trattenuta direttamente dal datore di lavoro nell’ambito di uno specifico regime.
A partire dal 2017, è previsto un aumento della deduzione dal reddito imponibile dei premi pagati alle forme di risparmio pensionistico, pari a 3.000 corone ANG a persona, 6.000 nel caso di coppia sposata.
Fino a poco tempo fa, era possibile solo detrarre i premi pagati per un'annualità pensionistica, mentre dal 2016 è possibile dedurre gli importi accantonati per la pensione in un conto bancario bloccato.
Le plusvalenze non sono tassate in capo alle persone fisiche, ma sono previste tasse sulle successioni e sulle donazioni e alcune tasse di proprietà relativamente minori.
Inoltre, sui beni immobili situati a Curacao è dovuta un’imposta alle seguenti aliquote:

 
 
Reddito imponibile (*)   Imposta corrispondente (ANG) Aliquote d'imposta
Da A    
0 350.000 0 0,4
350.000 750.000 1.400 0,5
750.000 oltre 3.400 0,6
 (*) Fiorino olandese


I dazi doganali sono significativi, in un Paese con una elevata propensione alle importazioni, e si applicano a molti beni e materie prime.
 
Tassazione persone giuridiche
L’ordinamento giuridico prevede la costituzione di società di capitali (ad es. NV,   corrispondente alla società per azioni), di società di persone (Vennootschap onder firma, equiparabile alla società in nome collettivo), di fondazioni private per il perseguimento di fini caritatevoli o sociali e, dal 1° gennaio 2012, di trust.
Una società si considera fiscalmente residente a Curaçao se è ivi costituita oppure se la gestione ed il controllo sono effettivamente esercitati a Curaçao .
Le società residenti sono assoggettate alla tassazione degli utili sul reddito mondiale.
A far data  dal 1° gennaio 2014 il reddito imponibile, costituito dagli utili societari (derivanti dai redditi della gestione operativa, dai passive income e dai capital gain), è assoggettato all’aliquota del 27,5%, in luogo di quella precedentemente prevista del 34,5%.
A far data dal 1° gennaio 2016 il reddito prodotto dalle persone giuridiche è assoggettata alla minor aliquota fissa del 22%.
Vige un regime di partecipatio exemption totale sui dividendi, in caso di partecipazione almeno pari al 5% nel capitale sociale di un’altra società residente.
Detta esenzione diventa parziale, nella misura del 63% dei dividendi percepiti, se oltre la metà degli utili sono costituiti da passive income della società holding e se il reddito da  partecipazione non è assoggettato all’imposta sugli utili con un’aliquota almeno pari al 10%.
Le perdite d’esercizio posso essere portate a nuovo per dieci anni.
Infine, le società non residenti sono assoggettate a tassazione sugli utili solo se possiedono una stabile organizzazione o una rappresentanza permanente a Curaçao .
 
Sviluppi fiscali intervenuti nel 2017
In ambito di tassazione societaria, il Dipartimento Fiscale di Curacao ha recentemente diffuso una guida pubblica contenente le disposizioni inerenti gli aspetti fiscali di operazione straordinarie, quali le fusioni societarie, disponibili a partire dal 1° gennaio 2017. L’intervento riveste particolare importanza in quanto, pur non essendo intervenute modifiche sostanziali sugli aspetti fiscali delle fusioni, d’ora in avanti tali aspetti saranno codificati e non più lasciati agli interventi della politica.
 
Transfer pricing
Dall'1 gennaio 2017 è stato introdotto un nuovo requisito per quanto riguarda il transfer pricing. La nuova legge prevede che i soggetti giuridici conservino idonea documentazione attestante che i prezzi delle operazioni tra entità collegate siano state effettuate a condizioni di mercato.
Il nuovo obbligo trova applicazione nel caso di operazioni commerciali intervenute tra due soggetti in cui una entità partecipa alla gestione o alla supervisione dell’altra o partecipa al suo capitale sociale. Esso si applica anche nell’ipotesi in cui una persona, fisica o giuridica, partecipa alla gestione o alla supervisione o al capitale di entrambe le entità.
 
Obbligo di informazione in capo alle società 
Le società residenti a Curacao saranno obbligate di dichiarare alla propria amministrazione fiscale l’identità delle persone che hanno un interesse in tale entità di almeno il 25% del suo patrimonio netto. Nel caso di interposizione di una fiduciaria o di una fondazione privata, non è richiesta la registrazione del nome dei beneficiari, ma del nome del fondatore o della fiduciaria.
 
Nuove disposizioni riguardanti industrie, alberghi e aziende per lo sviluppo del territorio
A decorrere dall'1 gennaio 2017, in caso di apertura di un nuovo hotel o dell’avvio di una nuova attività industriale che valorizzi lo sviluppo del territorio, è possibile richiedere un’esenzione, da cinque a dieci anni, sui dazi all’importazione, sull’imposta sul reddito e sulla tassa immobiliare, notoriamente conosciuta come tax holiday.
La procedura per l’ottenimento dell’esenzione è stata sensibilmente semplificata. La richiesta per la tax holiday deve ora essere depositata presso la Direzione degli Affari Fiscali, la quale ha tempo massimo tre mesi per approvare l’istanza, a vantaggio dell’intera procedura.
 
Regime fiscale con i Paesi Bassi
In quanto Paese dipendente dai Paesi Bassi, vige un particolare regime denominato TAK, Tax arrangement for the Kingdom of the Netherlands.
Curaçao, infatti, è parte di un accordo fiscale federale esistente con Aruba, St. Maarten e, fino al 2015, i Paesi Bassi secondo cui i dividendi, gli interessi e le royalties pagati a una società residente a Curaçao possono beneficiare di tassi ridotti delle ritenute d’imposta nei paesi sottoposti.
Il TAK resterà in vigore per quanto riguarda Aruba e St. Maarten fino a quando non sarà firmato un accordo separato con ciascuno di questi paesi ma, a decorrere dal 1 ° gennaio 2016, la TAK tra i Paesi Bassi e Curaçao è stata sostituita dal cd. TANC, Tax Agreement Netherlands Curaçao.
Il dividendo olandese è assoggettato a ritenuta  del 15% se la società di Curaçao possiede meno del 25% della società olandese ed è ora pari a 0% per le seguenti entità:
  • Governo di Curaçao
  • Fondi pensione
  • Società quotate in borsa o le cui azioni sono detenute per oltre il 50% da società quotate in borsa
  • Entità con almeno tre impiegati qualificati
  • Entità con attività commerciali reali
  • Ente le cui azioni sono detenute da uno o più residenti di Curaçao o dei Paesi Bassi.
Ad eccezione delle entità governative e dei fondi pensione è necessaria una partecipazione di almeno il 10% nell’entità che corrisponde il dividendo.
Un regime transitorio si applica fino al 2019 alle vecchie compagnie offshore di Curaçao.
 
Imposta sulla cifra d’affari
La Value added tax è applicata sulle cessioni di beni e sulle prestazioni di servizi.
Il cedente o prestatore è obbligato a presentare il prezzo del bene o del servizio al lordo dell’imposta sul valore aggiunto.
Le aliquote d’imposta sono varie a seconda della natura del bene ceduto o del servizio prestato.
In linea generale l’aliquota ordinaria è del 6%.
Sono previste, inoltre, aliquote del 7% sui premi assicurativi, mentre sono esenti le assicurazioni sulla vita. A partire dall’anno d’imposta 2016, inoltre, è prevista un’imposta sul valore aggiunto del 7% anche sull’affitto di camere di hotel e sugli affitti brevi di case.
L’aliquota del 9% è prevista, ad esempio, sulle cessioni di yacht e imbarcazioni, di cibo d’asporto, sul commercio di bevande alcoliche e analcoliche e sui tabacchi, nonché sulle cessioni e sui noleggi di dispositivi elettronici.
Infine, per un numero limitato di beni e servizi è prevista l’esenzione totale:
  • esportazioni;
  • specifici servizi resi a non residenti;
  • servizi medici;
  • servizi di consulenza fornite da o a favore di società off-shore;
  • locazione immobiliare nel caso in cui per l’affittuario sia un’abitazione principale.
I soggetti passivi, sia residenti che non residenti, che pongono in essere operazioni imponibili nel Territorio dello Stato hanno l’obbligo di registrazione.
È in vigore un regime di autoliquidazione dell’imposta ed il pagamento deve essere effettuato su base mensile.
 
Dichiarazioni, obblighi strumentali e versamento delle imposte
L’autorità fiscale competente di Curaçao è il Directorate of Fiscal Affairs. Per le società il periodo fiscale coincide con l’anno solare, salva diversa statuizione della singola società.
È previsto l’obbligo della presentazione annuale della dichiarazione dei redditi, nel termine dei sei mesi dal termine dell’anno fiscale. Le controversie avverso gli avvisi di accertamento emessi dall’Inspectorate of Taxes sono proposte innanzi al Tribunale tributario di Curaçao.

 

Capitale: Willemstad
Lingua ufficiale: lingua olandese, lingua papiamento
Moneta: fiorino delle Antille olandesi
Forma istituzionale: democrazia parlamentare basata su libere elezioni
Principali trattati fiscali: Curaçao ha attualmente in vigore trattati fiscali con Aruba, Paesi Bassi, Norvegia, e St. Maarten. Una Convenzione contro le doppie imposizioni è stata firmata con la Giamaica, ma non è ancora entrata in vigore. Inoltre, sono stati firmati Accordi nella forma di TIEA (Tax Information Exchange Agreement) con vari paesi, tra cui Australia, Canada, Colombia, Danimarca, Messico, Nuova Zelanda, Spagna, Svezia e Stati Uniti.
Italia e Curacao hanno sottoscritto entrambe la Convenzione multilaterale sulla mutua assistenza amministrativa.
 


Fonte di informazioni
Sector Directorate of Fiscal Affairs - Inspectorate of Taxes
 

 

La presente Scheda ha scopi esclusivamente informativi, non impegna in alcun modo né la direzione del giornale né l’Agenzia delle Entrate.




aggiornamento: agosto 2017
URL: https://fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/schede-paese/articolo/curacao