Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Notizie flash

Svizzera e Oman d’"accordo"
contro le doppie imposizioni

La convenzione tra i due Stati entrerà in vigore nel 2016 dopo il via libera dei Parlamenti

Thumbnail
La Svizzera si appresta ad approvare la Convenzione contro le doppie imposizioni con lo Stato dell’Oman. Con tale accordo salgono a 53 le convenzioni stipulate dalla Confederazione, a cui si aggiungono nove Tiea (Tax information exchange agreement) che soddisfano gli standard internazionali per lo scambio di informazioni in materia fiscale di matrice Ocse.
Il Consiglio federale ha licenziato e sottoposto all’approvazione delle Camere federali il messaggio concernente la convenzione la quale, oltre alla materia dello scambio di informazioni, prevede che:
 
  • i dividendi siano tassati nello Stato della fonte nella misura massima del 15 per cento mentre, nel caso di partecipazioni rilevanti, al massimo al 5 per cento
  • gli interessi siano assoggettati a tassazione nella misura del 5 per cento nello Stato della fonte anche se in determinati casi e’ prevista la tassazione in via esclusiva nel Paese di residenza del beneficiario
  • i canoni siano tassati al massimo all’otto per cento con la clausola che, nel caso l’Oman convenga con altro Stato un’aliquota inferiore, questa dovra’ essere applicata anche alla Svizzera (la cd. Clausola della nazione piu’ favorita)
  • sia tassate alla fonte anche le pensioni con la specifica che i contributi previdenziali siano deducibili nell’altro Stato.
La Convenzione con l’Oman e’ stata sottoscritta a maggio del 2015 e entrerà presumibilmente in vigore nel 2016 dopo l’approvazione dei rispettivi Parlamenti.
 
URL: https://fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/notizie-flash/articolo/svizzera-e-oman-daccordo-contro-doppie-imposizioni