Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Galles: arriva la nuova Income Tax.
Per il 2019-20 aliquote invariate

L’esecutivo di Cardiff pubblica il piano per le politiche fiscali. Il decentramento continua in accordo con Londra

Thumbnail

Da aprile di quest'anno entra in vigore la nuova Income Tax gallese. Un passo importante nel processo di devoluzione fiscale da Londra a Cardiff, sancito dal Wales Act 2014. All’atto pratico, al momento, per il contribuente gallese nulla cambia: per una precisa scelta dell’Amministrazione del Galles le aliquote rimangono per ora le stesse di Inghilterra e Irlanda del Nord, così come non mutano le fasce di reddito corrispondenti. L'antica nazione celtica continua, però, ad acquisire una crescente autonomia nella raccolta della imposta sui redditi. In questo scenario, il Governo gallese pubblica il nuovo Tax Policy Work Plan per il 2019.

Devoluzione? Abbiamo un piano!
Il programma predisposto dall’amministrazione fiscale gallese prevede il proseguimento di una tranquilla collaborazione con Londra, in direzione di un progressivo allargamento degli spazi di autonomia fiscale. In questo senso, il 2018 è stato un anno storico, il Galles ha cominciato, infatti, a gestire in proprio le prime imposte dopo una pausa lunga otto secoli. Sono la Land Transaction Tax e la Landfill Disposals Tax, che hanno sostituito le analoghe imposte britanniche. Il piano precisa, inoltre, che Cardiff ha intenzione di rilanciare la richiesta di devoluzione alle istituzioni gallesi della gestione dell’Air Passenger Duty, l’imposta sui passeggeri aeroportuali. “Cercheremo di promuovere una politica fiscale equa per quanto riguarda tutte le tasse del Galles – si legge nel documento – con attenzione al finanziamento dell’assistenza sociale […]. Per questo continueremo a controllare che il sistema fiscale gallese operi come desiderato e attueremo tutti i cambiamenti che riterremo appropriati”. 

Income Tax, il meccanismo gallese
Come accennato, nell’anno fiscale 2019-2020 le aliquote dell’imposta sui redditi applicate in Galles saranno le stesse dell’Inghilterra e dell’Irlanda del Nord, per una scelta delle istituzioni di Cardiff di allinearsi alla Income Tax del resto del Regno (a eccezione della Scozia, recentemente passata a un sistema più progressivo a cinque aliquote).
In Galles, il meccanismo stabilito in base al principio di devoluzione fiscale funziona così: le aliquote in vigore a Londra e a Belfast (20%, 40% e 45%), si tagliano di dieci punti percentuali e si portano rispettivamente al 10%, al 30% e al 35%. A queste tre “minialiquote”, vanno poi sommate le percentuali che l'Assemblea nazionale gallese stabilisce in modo autonomo. La Income Tax gallese potrà quindi essere rimodulata, resa più o meno progressiva, anno dopo anno. Per il 2019-20 la National Assembly ha deciso di lasciare invariate le aliquote precedenti. La devoluzione è in corso, ma sul fronte della Income Tax nulla cambia, quindi, per le tasche del contribuente gallese, almeno per il periodo di imposta che sta per incominciare (come noto, nel Regno Unito l’inizio del periodo d’imposta è previsto per il 6 aprile). Diversamente dalla Land Transaction Tax e dalla Landfill Disposals Tax, incassate direttamente dalle Entrate gallesi, la Income Tax continua a essere gestita dall’Hmrc britannico. Questo comporta che se l’Assemblea legislativa gallese avesse deciso di modificare le aliquote nazionali,  il Governo inglese avrebbe tagliato i trasferimenti a Cardiff in conseguenza della flessione del gettito derivante dalla riduzione delle imposte locali.

Un po’ di storia
Le radici più recenti del processo di decentramento fiscale risalgono al 1997, quando – con un referendum vinto con nemmeno 7mila voti di scarto – i cittadini gallesi votarono a favore della costituzione di un’Assemblea nazionale gallese. L’istanza fu poi approvata l’anno successivo dal governo centrale col The Government of Wales Act.

URL: https://fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/galles-arriva-nuova-income-tax-2019-20-aliquote-invariate