Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Dal mondo

Fiscus: il nuovo programma Ue
che unifica Fiscalis e Custom

La Commissione europea ha lanciato il nuovo intervento comunitario per le politiche fiscali e doganali

Thumbnail
Si chiama Fiscus il nuovo programma comunitario, presentato nei giorni scorsi dalla Commissione, che detterà le linee guida per le politiche fiscali e doganali dei prossimi anni. Un unico programma che, sulla via della semplificazione perseguita dalle autorità europee, sostituisce di fatto i precedenti Fiscalis 2013 e Customs 2013. Un piano d’azione, per il periodo 2014-2020, iscritto all’interno del quadro finanziario pluriennale, che può contare su un budget di 777,6 milioni di euro, suddivisi in base al fabbisogno stabilito annualmente dalla Commissione. Fiscus rientra a pieno titolo nella strategia “Europa 2020” e nella Digital Agenda per l’Europa.    Fisco e Dogane, un tandem vincente  La priorità del programma è supportare l’adozione delle direttive e delle leggi europee in campo fiscale e doganale, senza perdere di vista l’obiettivo di migliorare il funzionamento del mercato unico. Per il Fisco, le autorità comunitarie nei prossimi anni intendono rafforzare il coordinamento delle legislazioni nazionali dei 27 Paesi membri. In questo settore, inoltre, Fiscus prevede per l’Unione un ambito di azione più vasto, che comprende non soltanto le imposte soggette alla legislazione europea come Iva, accise e tasse sui capitali e redditi ma anche lotta all’evasione fiscale, abbattimento dei costi di compliance per cittadini e imprese e riduzione dei casi di doppia imposizione.  Sul fronte doganale, per il quale l’Unione possiede invece la competenza esclusiva, i punti chiave del programma riguardano la lotta al contrabbando e alle frodi, la tutela della sicurezza dei cittadini, in particolare nei confronti dei prodotti importati dall’area extraUe. Fiscus individua come priorità anche il rafforzamento delle relazioni commerciali e della cooperazione con Paesi terzi,  necessari alla luce della crescita di importazioni ed esportazioni, aumentate negli ultimi cinque anni rispettivamente del 15 e del 16%.    Parole d’ordine, Ict ed e-learning  Azioni congiunte, formazione permanente e nuove tecnologie, questi gli strumenti messi in campo dal nuovo programma comunitario. Alla condivisione di informazioni e scambio di know how tra i vari Paesi si aggiunge, nell’ottica di un risparmio di costi, un progetto di attività formative erogate on line. In particolare, Fiscus prevede investimenti a sostegno della creazione di un sistema di IT che supporti le Amministrazioni fiscali e doganali nazionali nella loro attività. A breve, il nuovo programma comunitario approderà al Consiglio e al Parlamento europeo per essere adottato definitivamente entro il 2012.
URL: https://fiscooggi.it/rubrica/dal-mondo/articolo/fiscus-nuovo-programma-ue-che-unifica-fiscalis-e-custom