Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Occhio alla truffa via mail. Phishing dietro i finti rimborsi

Un messaggio apparentemente proveniente dall'Agenzia nasconde una trappola per rubare dati sensibili

Thumbnail
Una nuova trappola in formato elettronico si aggira per il web, pronta a carpire dati sensibili. E' in circolazione un'e-mail che riporta nell'oggetto la frase "Si dispone di un rimborso fiscale!" con all'interno una scheda da riempire, che sembra essere partita da un indirizzo dell'Agenzia delle Entrate: "bcadmin@agenziaentrate.com".

Come sempre, le apparenze ingannano. Questo messaggio di posta, infatti, non è altro che l'ennesimo tentativo di phishing, una truffa informatica architettata per entrare illecitamente in possesso di informazioni riservate. A partire da quelle sulla carta di credito - con tanto di data di scadenza, codice di sicurezza e parola d'accesso supplementare - che potrebbero essere fornite con leggerezza e in buona fede dagli ignari destinatari delle comunicazioni-tranello, convinti di avere così diritto a un rimborso del Fisco. Per evitare di cadere nel trabocchetto, basta mettere in pratica un rimedio semplice ed efficace: eliminare al più presto l'e-mail e non aprire il suo allegato, perché potrebbe essere pericoloso e infettare il disco rigido del computer.

A questo proposito, vale la pena di ricordare che la procedura seguita dagli uffici dell'Amministrazione finanziaria per erogare i rimborsi non prevede mai il ricorso ad avvisi telefonici o via e-mail, ma solo alla posta tradizionale. In nessun caso, l'Agenzia richiede informazioni sulle carte di credito. Inoltre, sul sito internet www.agenziaentrate.gov.it, nella sezione "Home - Cosa devi fare - Richiedere - Rimborsi", si possono consultare le corrette modalità per ricevere un rimborso fiscale con l'accredito sul conto corrente bancario o postale. La richiesta di accredito può essere fatta a un qualsiasi sportello dell'Agenzia delle Entrate oppure direttamente online, usando un'applicazione specifica.
URL: https://fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/occhio-alla-truffa-via-mail-phishing-dietro-finti-rimborsi