Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Nei Balcani cresce lo scambio di informazioni

Le Amministrazioni fiscali dell’area hanno a disposizione un nuovo strumento per via elettronica

Risponde al nome di Sems, acronimo di  South-East European Messaging System, una applicazione informatica che permetterà di migliorare le capacità dialogo con gli Stati limitrofi delle strutture preposte alla gestione delle attività tributarie. Il sistema è stato implementato anche grazie al prezioso contributo di Eu-Cafao, la missione comunitaria di supporto alla modernizzazione amministrativa, in ambito fiscale e doganale, di quella specifica area del continente europeo. Sems aiuterà i Paesi dell’area balcanica, che prima o poi faranno parte dell’Unione europea, a entrare in confidenza con il concetto di scambio elettronico di dati, così come richiesto dai sistemi della Commissione europea quali Ccn mail, Vies, ecc. In breve, il progetto rappresenta una sorta di "ponte" nella cooperazione amministrativa, attraverso lo scambio elettronico di informazioni tra gli Stati membri e quelli in corso di accesso.

Cos’è il Sems
Il Sems è uno strumento informatico che favorisce lo scambio di dati sicuro e in tempo reale tra le amministrazioni coinvolte, per quanto riguarda le imposte dirette e quelle indirette. Il sistema può anche essere personalizzato per lo scambio di qualsiasi altro tipo di informazione ed essere utilizzato per molti altri scopi, come ad esempio la raccolta di dati per analizzare e individuare i contribuenti. L’applicazione risulta quindi particolarmente utile anche per quel che riguarda l’amministrazione delle risorse, sia umane che temporali, che possono essere concentrate sulle aree ad alto rischio. Inoltre è in corso di sviluppo un nuovo modulo "Analisi" che sarà offerto come opzione e permetterà una rapida analisi dei dati ricevuti attraverso l’applicazione Sems, consentendo di produrre statistiche sotto forma di diagrammi, grafici, ecc.

Le novità introdotte
La Commissione europea, attraverso il programma Cafao, ha continuato a supportare lo sviluppo di Sems e, nella prima parte del 2007, il team dell’information technology Cafao ha sviluppato una nuova applicazione client-server, indipendente, che utilizza software e strumenti di sviluppo moderni. Dato che molti utenti hanno già familiarizzato con il vecchio Sems, il layout dei formulari e dei modelli e le caratteristiche della precedente versione sono rimasti intatti. Per quanto riguarda le novità, sono stati introdotti: un sistema di comunicazione più sicuro, attraverso una doppia cifratura dei messaggi e la protezione di tutti gli allegati inviati; una gestione più semplice del sistema, che permetterà un facile utilizzo a tutti coloro che hanno già esperienza di un qualsiasi software di gestione di e-mail; la dotazione di un programma interno di traduzione che lo rende disponibile praticamente in ogni lingua (ad esempio un messaggio inviato in italiano dall’Italia alla Serbia sarà ricevuto in serbo); un nuovo sistema relazionale per la gestione di basi di dati su piattaforma Ms Sql 2005, che renderà i dati Sems facilmente esportabili in ogni altra applicazione. In pratica, ogni Amministrazione crea un database Sems e importa dati ricevuti da Sems nel proprio sistema informatico, superando così le barriere pratiche di interconnesione di sistemi spesso eterogenei.

Da Cafao a Tacta
Eu-Cafao (Custom and Fiscal Assistance Organization) era un progetto comunitario per l’assistenza in materia fiscale e doganale ai paesi dell’area balcanica occidentale (Bosnia-Erzegovina, Serbia, Montenegro, Kosovo, Macedonia, Albania). L’obiettivo era di supportare, all’interno del vecchio programma comunitario Cards, volto a favorire la ricostruzione, lo sviluppo e la stabilizzazione dell’area balcanica, la partecipazione di tali Paesi al processo di stabilizzazione e associazione. L’Unione europea ha quindi istituito, in ogni Paese, uffici che hanno fornito assistenza a livello tecnico, trasferendo le necessarie competenze ai funzionari locali e implementando sistemi automatici. Con la nuova iniziativa comunitaria per l’assistenza alla pre-adesione (Ipa 2007-2013), Cafao si trasforma in Tacta (Assistance to Customs and Taxation Administrations) e coprirà gli stessi Paesi, eccetto la Macedonia che dal 2005 ha raggiunto la status di Paese candidato. Al progetto Tacta parteciperà attivamente anche l’Agenzia delle entrate attraverso il consorzio Itaca, guidato dall’Agenzia delle dogane.
URL: https://fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/nei-balcani-cresce-scambio-informazioni