Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Attualità

Finlandia, tasse e non soltanto in un sms

Le informazioni reddituali possono essere acquisite indicando il codice fiscale o il nome e cognome dell'interessato

Il sistema, grazie al servizio messo a punto da una nota compagnia telefonica, può essere utilizzato da chi intenda conoscere la posizione tributaria di un qualsiasi cittadino. Nel Paese l’evasione fiscale è pari a zero e la violazione della riservatezza dei dati personali non è percepita con timore o allarme sociale. In Finlandia, ormai da alcuni anni, è possibile utilizzare diversi servizi facendo ricorso agli sms (short message service / brevi messaggi di testo). Nel Paese, sede di una delle più grandi società produttrici di apparecchiature per telecomunicazioni, la penetrazione dei telefonini cellulari, e, quindi, l’uso dei relativi servizi che questi mezzi offrono, è tra le più pervasive del mondo. Se a questo si aggiunge che il fenomeno dell’evasione fiscale è pari a zero, la violazione della riservatezza dei dati personali non viene percepita dai cittadini con timore o allarme sociale.

Informazioni fiscali via sms
Questo spiega perché uno dei sistemi più rapidi per reperire le informazioni reddituali di base, preveda l’invio di un sms indicando come testo il codice fiscale dell’interessato o più semplicemente il nome e cognome. In questo modo è possibile ricevere dal sistema informatizzato l’indicazione del reddito dichiarato dal contribuente. Tale sistema, mediante il servizio messo a punto da una nota compagnia telefonica, può essere utilizzato (fosse anche per semplice curiosità) da chiunque intenda conoscere la posizione fiscale di un qualsiasi cittadino. In dettaglio, occorre inviare un semplice sms al numero 16400 con il testo "vero" che in suomi vuol dire "tassa", seguito dal nome, cognome e città di residenza del soggetto che si intende "spiare". Come risposta, infatti, si ottengono tutte le informazioni fiscali più recenti relative a quei cittadini finlandesi il cui reddito supera il limite salariale definito per ogni Comune (le informazioni sulle imposte includono redditi da lavoro e da attività finanziarie con un margine di cento euro; il tetto massimo per il reddito da attività finanziarie è di 12mila euro per tutti i Comuni). Nel messaggio di risposta, invece, non compare l’imposta sul patrimonio che è stata eliminata nel 2006, come non appaiono i redditi derivanti da dividendi o altri redditi da capitale, in quanto esenti da imposte. Ed è soltanto uno dei sistemi ma ve ne sono altri utilizzati in altri campi.

I servizi igienici alla stazione di servizio
I responsabili delle autostrade finlandesi, ad esempio, per porre un freno al moltiplicarsi, in alcune aree di sosta, di atti di vandalismo all’interno dei luoghi igienici, hanno valutato l’opportunità di introdurre un sistema di accesso mediante l’invio di un sms. In estrema sintesi, il cliente per entrare nella toilette deve mandare un breve messaggio di testo, con la parola "open" al numero posizionato sulla porta di ingresso del bagno. In tal modo la persona viene identificata (col numero del cellulare) e otterrà il nulla osta per accedere al servizio igienico.

Patente, libretto e codice fiscale
In caso di infrazione al codice della strada e di relativa irrogazione della sanzione amministrativa, poi, non è insolito vedere un agente della polizia stradale che in luogo della paletta, pistola o del manganello sfoderi dal proprio cinturino un telefonino cellulare. In Finlandia, infatti, l’importo delle multe viene calcolato (oltre che in ragione alla gravità della violazione commessa, eccesso di velocità, guida pericolosa o in stato di ebbrezza) in proporzione al reddito dichiarato del soggetto che infrange le norme. In pratica, il trasgressore, una volta fermato e invitato ad accomodarsi nella vettura di servizio della polizia stradale, dove vengono espletate le formalità di rito ed esposte le ragioni del fermo (provvisorio), viene invitato a esporre verbalmente i dati relativi alle proprie entrate mensili al lordo delle imposte. A questo punto l’agente con il telefonino cellulare invia il nominativo dall’automobilista all’ufficio locale delle finanze, che, a sua volta, inoltra al terminale informatico ubicato all’interno della vettura di servizio i dati relativi alle informazioni reddituali della persona che vengono confrontate con quanto da lui dichiarato. Il poliziotto/commercialista, pertanto, esegue le detrazioni fiscali (al riguardo, infatti, occorre osservare che sono necessarie le ulteriori informazioni concernenti lo stato di famiglia per conoscere se uno o più figli e/o il coniuge risulti a carico del multato); così, viene fissata la contravvenzione che corrisponde a una sanzione moltiplicata per una data misura in relazione alla violazione compiuta.

Le tre super sanzioni
In proposito, sono tre gli episodi che hanno suscitato le curiosità delle cronache giornalistiche, durante i quali altrettanti facoltosi finlandesi furono multati per violazione al codice della strada con somme stratosferiche, poiché proporzionate ai loro redditi (il record della cd. multa giornaliera è detenuto da Jussi Salonoja con 170mila euro di pena pecuniaria; seguono Anssi Vanjoki con 116.000 euro e Jakko Rystola con 78.000 euro).

L’acquisto di una automobile
Un semplice sms, infine, può essere inviato per ottenere delle informazioni in merito a una automobile privata usata che si intenda acquistare (stessa operazione può essere compiuta nel caso in cui si intenda comprare un furgone, un camion e/o un autobus). Inserendo, in questo caso, la parola "autofakta" seguito dal numero di targa della vettura, infatti, è possibile ricevere diversi e molteplici dati tra cui la marca e il modello, il volume e la potenza del motore, la data di messa in circolazione e quella di passaggio ed ancora quella del controllo della revisione, possibili obblighi di pagamento/spese (tra cui la tassa sul veicolo o quella sul diesel non pagata, la Rc auto non valida, le eventuali informazioni su ipoteche o cancellazioni dal pubblico registro automobilistico), il nome della compagnia assicurativa nonché il nome e il Comune di domicilio del proprietario/titolare dell’autovettura.

Il capitolo dei costi
Ricapitolando, occorre mandare un sms al numero 16400 con la parola "vero", seguita dal nome cognome e città di residenza, per ottenere informazioni fiscali (al costo di 190 centesimi di euro per ricerca eseguita con successo); con la parola "autofakta", seguita dal numero di targa, per avere informazioni più approfondite su di un veicolo (al costo di 190 centesimi di euro); con la parola "auto", seguita dal numero di targa, per avere informazioni sul veicolo se ci si volesse limitare a conoscere la marca, il modello, il nome e il comune di domicilio del proprietario e/o del titolare (al costo di 170 centesimi di euro); con la parola "moottoripyörä", seguita dal numero di targa, per avere informazioni su di una motocicletta (al costo di 170 centesimi di euro).

Un sistema adottato anche dalla Svezia
A ben guardare, l’uso dello short message service per adempiere alcuni servizi fiscali viene adottato anche dalla vicina Svezia. In particolare, la dichiarazione dei redditi (cd. inkomstdeklaration), annualmente spedita al soggetto contribuente presso il domicilio, viene, infatti, da questi accettata mediante l’invio di un sms di conferma dal proprio telefono cellulare. Ovviamente, il contribuente svedese, qualora non dovesse trovarsi concorde con quanto predisposto dall’ufficio dell’Amministrazione finanziaria, sempre con un sms, può rifiutare quanto precompilato e modificarlo autonomamente (tramite Internet).

URL: https://fiscooggi.it/rubrica/attualita/articolo/finlandia-tasse-e-non-soltanto-sms