Articolo pubblicato su FiscoOggi (https://fiscooggi.it/)

Le guide dell'Agenzia

Contributo a fondo perduto perequativo: online la guida aggiornata dell’Agenzia

Il vademecum recepisce le novità della risoluzione n. 73 delle Entrate che ha istituito i codici tributo per l’utilizzo in compensazione del contributo perequativo e per la sua restituzione

copertina della guida fondo perduto perequativo - aggiornamento dicembre 2021

Sempre più precisa la bussola per le partite Iva che fra 2019 e 2020 hanno subìto un calo del risultato economico di esercizio e possono beneficiare del credito d’imposta introdotto dal decreto “Sostegni-bis”.  La guida “Contributo a fondo perduto perequativo”, pubblicata sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, nella sezione “l’Agenzia informa”, e sulla rivista FiscoOggi, si completa con i codici tributo, istituiti dalla risoluzione n. 73/E, da indicare per utilizzare in compensazione il bonus o per restituirlo.

Come si utilizza in compensazione
Il contributo a fondo perduto perequativo, introdotto dal decreto legge n. 73/2021, è riconosciuto ai titolari di partita Iva che svolgono attività d'impresa, arte o professione o sono titolari di reddito agrario e, tra il 2019 e il 2020, hanno registrato un peggioramento del risultato di esercizio di almeno il 30%. Chi ha diritto al contributo può richiedere, in alternativa, l’accredito della somma spettante sul proprio conto corrente bancario o postale, oppure il riconoscimento di un credito d’imposta di analogo valore, da utilizzare in compensazione tramite il modello F24.
L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione n. 73/2021, ha istituito il codice tributo che consente di utilizzare il credito in compensazione:
“6957” - “Contributo a fondo perduto perequativo – credito d’imposta da utilizzare in compensazione - art. 1, c. 16, DL n. 73 del 2021” 
La guida ricorda che il credito di imposta può essere utilizzato in compensazione per pagare le imposte, i contributi dovuti all’Inps e altre somme dovute allo Stato, agli enti locali e agli enti previdenziali, il cui versamento va effettuato con il modello F24.

Come si restituisce
Chi, invece, ha ricevuto il contributo a fondo perduto non spettante, mediante addebito sul conto corrente o tramite utilizzo in compensazione, può restituire spontaneamente quanto erroneamente percepito. In questo caso, precisa la guida, occorre indicare sul modello F24 ELIDE i seguenti codici tributo:

  • “8134” – “Contributo a fondo perduto perequativo – Restituzione spontanea – CAPITALE – art. 1, c. 16, DL n. 73 del 2021”
  • “8135” – “Contributo a fondo perduto perequativo – Restituzione spontanea – INTERESSI – art. 1, c. 16, DL n. 73 del 2021”
  • “8136” – “Contributo a fondo perduto perequativo – Restituzione spontanea – SANZIONE – art. 1, c. 16, DL n. 73 del 2021”.
URL: https://fiscooggi.it/guideagenzia/contributo-fondo-perduto-perequativo-online-guida-aggiornata-dellagenzia