Attualità
Cinque per mille, in scadenza
la “dichiarazione sostitutiva”
Per gli iscritti all’elenco dei beneficiari per l’esercizio finanziario 2013 è tempo di autocertificare la persistenza dei requisiti necessari per essere ammessi al riparto
immagine generica
Ancora pochi giorni per gli enti del volontariato e le associazioni sportive dilettantistiche che vogliono accedere alla ripartizione del 5 per mille dell’Irpef per l’esercizio finanziario 2013: entro lunedì 1 luglio, dovranno trasmettere una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà con cui attestano la persistenza delle condizioni per accedere al beneficio.
 
Gli enti del volontariato dovranno inviare il modello di dichiarazione sostitutiva, con raccomandata a/r, tramite rappresentante legale, alla direzione regionale dell’Agenzia delle Entrate in cui è domiciliato l’ente, allegando, a pena di decadenza, copia del documento di identità del firmatario. In alternativa, potranno provvedere all’invio con la propria casella di posta elettronica certificata alla Pec delle direzione regionale (l’elenco è disponibile sul sito dell’Agenzia), indicando nell’oggetto “dichiarazione sostitutiva 5 per mille 2013” e allegando copia del modello di dichiarazione ottenuta dalla scansione dell’originale compilato e sottoscritto dal rappresentante legale, e copia del documento d’identità di quest’ultimo.
 
Le associazioni sportive dilettantistiche dovranno invece trasmettere il modello di dichiarazione sostitutiva, con raccomandata a/r, tramite rappresentante legale, all’ufficio territoriale del Coni dove si trova la sede legale dell’associazione stessa, allegando, a pena di decadenza, fotocopia non autenticata di un documento di identità di chi sottoscrive il modello.
 
I ritardatari potranno rimediare provvedendo all’adempimento entro il 30 settembre 2013 e versando tramite F24 (codice tributo 8115) una sanzione di 258 euro, senza possibilità di compensazione.
Patrizia De Juliis
pubblicato Mercoledì 26 Giugno 2013

I più letti

testo alternativo per immagine
Una delle principali scadenze fiscali dell’anno, il versamento della seconda o unica rata dell’“anticipo” Irpef, cade di domenica (30 novembre) e, perciò, slitta al dì successivo
testo alternativo per immagine
A differenza del vecchio Cud, contenente solo i dati dei redditi di lavoro dipendente e assimilati, il nuovo schema accoglie anche quelli di lavoro autonomo e diversi e le provvigioni
testo alternativo per immagine
Incontro semestrale del Forum italiano, presso l’Agenzia delle Entrate, al quale hanno partecipato numerosi stakeholders pubblici e privati e le competenti autorità
Dito su calendario
La regola vale qualora l’interessato non contesti di non aver avuto la cartella con la pretesa tributaria, ma si limiti a metterne in discussione la data di consegna
testo alternativo per immagine
Avere dei dipendenti non segnati è circostanza idonea a presumere l’esistenza di maggiori ricavi e a ricostruire il reddito sulla quantità e qualità delle materie prime utilizzate
testo alternativo per immagine
A differenza del vecchio Cud, contenente solo i dati dei redditi di lavoro dipendente e assimilati, il nuovo schema accoglie anche quelli di lavoro autonomo e diversi e le provvigioni
Dito su calendario
La regola vale qualora l’interessato non contesti di non aver avuto la cartella con la pretesa tributaria, ma si limiti a metterne in discussione la data di consegna
testo alternativo per immagine
Trasmissione solo telematica attraverso i canali Entratel e Fisconline dell’Agenzia delle Entrate. Disponibile anche il pacchetto informatico per la verifica dei file predisposti
testo alternativo per immagine
In prossimità della scadenza del termine per la trasmissione telematica dei modelli, i chiarimenti del dipartimento delle Finanze sull’adempimento pro esenzione
immagine mondo salvadanaio
La tassazione interessa i prodotti finanziari, i conti correnti e i libretti di risparmio detenuti all’estero dalle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato
testo alternativo per immagine
Più facile, inoltre, aggiornare la propria situazione economica in caso di rilevante diminuzione del reddito, con la possibilità di ottenere l’indicatore “corrente”
testo alternativo per immagine
A differenza del vecchio Cud, contenente solo i dati dei redditi di lavoro dipendente e assimilati, il nuovo schema accoglie anche quelli di lavoro autonomo e diversi e le provvigioni
immagine generica
La deduzione dal reddito è pari al 20% del prezzo di acquisto risultante dall’atto di compravendita, comunque entro il limite massimo complessivo di spesa di 300mila euro
mela
Sul sito dell’Agenzia disponibile, inoltre, il pacchetto informatico che consente di verificare che i file predisposti siano conformi ai criteri necessari per terminare la procedura
testo alternativo per immagine
Le modalità di presentazione via web della delega di pagamento unificato. La versione cartacea sopravvivrà per i versamenti di importi esigui e in qualche ipotesi residua